Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /ONGnota.php:2) in /ONGnota.php on line 3
CINEMA: MIGRANTI E REPRESSIONE, "COME UN UOMO SULLA TERRA"
  CHI SIAMO    CONTATTACI    ENGLISH    ESPAÑOL    FRANÇAIS    ARABIC    ALTRE LINGUE... 
    07:03 GMT  
IPSNotizie in RSS
  Politica  
  Economia  
  Sviluppo  
  Salute  

2008-09-15
CINEMA: MIGRANTI E REPRESSIONE, "COME UN UOMO SULLA TERRA"

IPS Inter Press Service Agenzia Stampa
   Africa
IPS Inter Press Service Agenzia Stampa
   America Latina
IPS Inter Press Service Agenzia Stampa
   Asia e Oceania
IPS Inter Press Service Agenzia Stampa
   Europa
IPS Inter Press Service Agenzia Stampa
   Iraq e Asia Centrale
IPS Inter Press Service Agenzia Stampa
   Nord America
IPS Inter Press Service Agenzia Stampa
   Medioriente
IPS Inter Press Service Agenzia Stampa
IPS Inter Press Service Agenzia Stampa
IPS Inter Press Service Agenzia Stampa
   ENGLISH
IPS Inter Press Service Agenzia Stampa
   ESPAÑOL
IPS Inter Press Service Agenzia Stampa
   FRANÇAIS
IPS Inter Press Service Agenzia Stampa
   ARABIC
IPS Inter Press Service Agenzia Stampa
   DEUTSCH
IPS Inter Press Service Agenzia Stampa
   ITALIANO
IPS Inter Press Service Agenzia Stampa
   NEDERLANDS
IPS Inter Press Service Agenzia Stampa
   PORTUGUÊS
IPS Inter Press Service Agenzia Stampa
   SUOMI
IPS Inter Press Service Agenzia Stampa
   SVENSKA
IPS Inter Press Service Agenzia Stampa
   SWAHILI
IPS Inter Press Service Agenzia Stampa
   TÜRKÇE
IPS Inter Press Service Agenzia Stampa
IPSNotizie  in RSS / XMLSeguici su FacebookSeguici su Twitter
IPS Inter Press Service Agenzia Stampa
Roma, 15 set. - Dag studiava Giurisprudenza ad Addis Abeba, in Etiopia. A causa della forte repressione politica nel Paese ha deciso di emigrare. Nell'inverno 2005 ha attraversato via terra il deserto tra Sudan e Libia. Qui, pero', si e' imbattuto nelle violenze dei contrabbandieri e nelle sopraffazioni della polizia libica. Dal 2003 Italia ed Europa chiedono alla Libia di fermare i migranti africani. Ma cosa fa realmente la polizia libica? E cosa subiscono migliaia di uomini e donne africane? Per la prima volta in un film, la voce diretta dei migranti africani sulle brutali modalita' con cui la Libia controlla i flussi migratori: 'Come un uomo sulla Terra', una produzione Asinitas Onlus, in collaborazione con ZaLab. Dag alla fine ce l'ha fatta ed e' arrivato via mare in Italia, a Roma, dove ha iniziato a frequentare la scuola di italiano Asinitas Onlus punto di incontro di molti immigrati africani coordinato da Marco Carsetti e altri operatori e volontari. Qui ha imparato non solo l'italiano ma anche il linguaggio del video-documentario. Cosi' ha deciso di raccogliere le memorie di suoi coetanei e di provare a rompere l'incomprensibile silenzio su quanto sta succedendo nel Paese del Colonnello Gheddafi. In anteprima nazionale, domani 16 settembre alle 18:00 al Teatro dal Verme, Milano, a cura di MilanoFilmFestival 2008, con Moni Ovadia; il 23 settembre alle 20:30, Nuovo Cinema Aquila, Roma, a cura di TekFestival, con Goffredo Fofi e Ascanio Celestini. Dal 24 al 28, a Isola di Salina, in concorso al SalinaDocFestival.

 

Zimbabwe: Le immagini del voto